Comune di Bitonto

Il Comune di Bitonto tra i partners di Re.Ger.O.P., progetto integrato per la biodiversità olivicola in Puglia

firma del Sindaco60mila euro per realizzare, nella struttura “Masseria della Città” nei pressi del Bosco di Bitonto, un campo dimostrativo di conservazione della biodiversità olivicola locale e allestire un centro di accoglienza dei visitatori in grado di ospitare attività didattiche, divulgative e ricreative.
Sono le risorse a disposizione del Comune di Bitonto grazie al Progetto “Re.Ger.O.P.” (Recupero del Germoplasma Olivicolo Pugliese) aggiudicatario di un finanziamento complessivo di 1,6 milioni nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Puglia (FEASR 2007-2013, Misura 214, azione 4, subazione “Progetti integrati per la Biodiversità”).
Obiettivi del progetto sono la conservazione della diversità genetica regionale, grazie alla promozione della coltivazione e dell’inserimento di specie e varietà olivicole a rischio estinzione, e la creazione di un sistema di mantenimento della biodiversità, attraverso azioni di raccolta dati, sperimentazioni e campionamenti sulle colture olivicole in tutta la Puglia, alle quali si aggiungono specifiche azioni di miglioramento e moltiplicazione delle stesse in condizioni di sanità.
A gestire i singoli interventi previsti da Re.Ger.O.P. sarà un’Associazione Temporanea di Scopo (ATS), formata da soggetti pubblici e privati, guidata da Sinagri srl, spin off dell’Università degli Studi di Bari, specializzata in servizi avanzati per la sostenibilità e l’innovazione nelle aree agricole e rurali.
Tre i Comuni che aderiscono al progetto: con Bitonto anche Gioia del Colle, nel barese, e Sant’Agata di Puglia, nel foggiano.
La sottoscrizione dell’atto costitutivo dell’ATS è avvenuta questa mattina a Bari nella sede del Dipartimento di Scienze Agro-Ambientali e Territoriali all’interno del Campus universitario di via Amendola.
Il Sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, a margine della firma dell’atto, ratificato dalla Giunta comunale nella seduta dell’11 marzo scorso, ha parlato di “ulteriore occasione da utilizzare al meglio per la valorizzazione del nostro patrimonio olivicolo, vero e proprio giacimento di risorse al servizio del territorio, unitamente al Bosco di Bitonto, sito naturalistico di grande importanza all’interno del Parco Nazionale dell’Alta Murgia. L’ambizioso progetto, che interesserà anche Bitonto grazie all’intuizione del responsabile dell’Eurodesk cittadino e dell’Assessore all’agricoltura, Domenico Incantalupo, riconosce nelle sue premesse d’impostazione la centralità delle colture autoctone della nostra regione nel determinare la qualità di prodotti agroalimentari, che hanno ancora tanto spazio da conquistare e difendere sui mercati internazionali”.