Comune di Bitonto

A giugno la raccolta differenziata sale al 29,8%
Si tratta del miglior risultato di sempre per Bitonto

Dati confortanti nel mese di giugno per la raccolta differenziata dei rifiuti a Bitonto.
Le cifre fornite dall’ASV e oggetto della periodica trasmissione in Regione da parte del Comune parlano di un 29,80%, che rappresenta il massimo storico, superando di oltre 3 punti percentuali il  precedente massimo registrato a novembre 2013 con il 26,38%. Rispetto al mese di maggio la percentuale ha segnato un significativo +5,44%.
In totale i bitontini, a giugno, hanno differenziato 581,9 tonnellate (tonn.) di rifiuti su un totale di 1.952,5 prodotti.
Un quinto abbondante (21,4%) dei rifiuti differenziati è composto da umido-organico (124,8 tonnellate); a seguire il cartone, che rappresenta il 18,4% (107,2 tonn.), il vetro (83,3 tonn. – 14,3%), la carta (72,8 tonn. – 12,5%), la plastica (59,6 tonn. – 10,2%) e il legno, che a giugno ha raggiunto quota 54,8 tonnellate (il 9,4% del totale dei rifiuti differenziati). Percentuali più contenute per gli altri materiali, tra i quali spicca la performance dei pneumatici, che anche grazie alle specifiche campagne realizzate dai volontari delle associazioni ambientaliste hanno pesato per il 2,6% sulla differenziata totale con 14,9 tonnellate raccolte.
Il commento ai dati della raccolta differenziata di giugno è di chiaro segno positivo da parte del sindaco Michele Abbaticchio, che parla di “piena soddisfazione per il raggiungimento di un obiettivo importante per vari motivi. L’incremento nettamente superiore a quanto richiesto dalla Regione Puglia, ottenuto pur non potendo effettuare come tutti i Comuni in questo periodo gli investimenti strutturali necessari, eviterà l’aumento dell’ecotassa regionale a carico dei cittadini, ma soprattutto segnala la grande potenzialità che la nostra comunità ha di raggiungere percentuali ancora migliori con evidenti benefici finanziari e ambientali”.
“In particolare – commenta il Sindaco di Bitonto – è degno di nota il dato della raccolta del vetro, la cui significativa crescita è da ricondurre anche al contributo degli esercizi pubblici (bar, pub, ristoranti e pizzerie), dimostratisi sensibili ai nostri appelli”.
 “La non facile prova del «+5%» – aggiunge l’assessore all’ambiente, Domenico Incantalupo – è stata superata grazie al gioco di squadra. In questi mesi il Comune, l’ASV, le associazioni operanti sul territorio, i mezzi di comunicazione e i singoli cittadini hanno dimostrato che unendo le forze e lavorando tutti per un obiettivo condiviso è possibile conseguire risultati importanti. Con molta onestà bisogna ammettere che non sono mancate disfunzioni nelle azioni programmate e messe in campo, ma queste sono state superate ascoltando e accogliendo le critiche e le idee che da più parti ci sono arrivate”.
“Di questa positiva esperienza – chiosa il sindaco Abbaticchio – dobbiamo fare tesoro, per rendere strutturalmente virtuosa nella nostra città la raccolta differenziata, che, ne sono convinto, con gli investimenti strutturali e infrastrutturali programmati per il futuro potrà rappresentare un ulteriore elemento di orgoglio per noi tutti”.