Comune di Bitonto

A Palazzo di Città conferenza stampa di chiarimento sul futuro dell'US Bitonto

Da una lato, l’U.S. Bitonto e il presidente Francesco Paolo Noviello che ha più volte palesato difficoltà nella gestione della società, reduce dalla straordinaria stagione della promozione nel campionato regionale di Eccellenza. Dall'altro, Francesco Rossiello, imprenditore locale interessato nei mesi scorsi a rilevare il titolo calcistico neroverde, successivamente ritiratosi dalla trattativa perché "non ci sono le condizioni e i tempi per un passaggio di mano della società, ad oggi". Questa l'attuale situazione per la principale società calcistica cittadina, illustrata ai iornalisti e ai tifosi dall'assessore allo sport, Domenico Nacci, nel corso di una conferenza stampa convocata a Palazzo di Città per "smorzare i toni e chiarire quanto è stato sin qui equivocato”.
"I titoli sportivi - ha chiarito Nacci - non possono essere comprati o ceduti, ma solo rilevati". Precisazione non condivisa dal presidente neroverde: "chi vuole comprare, compra. Il resto sono solo parole".
Noviello ha poi rivolto un appello al possibile gruppo di industriali che si sono affacciati per l'acquisto del Bitonto ("io garantisco le mie risorse finanziarie, ma fondiamo i nostri impegni per il bene della cittadinanza") e ridimensionato le voci sulle pendenze economiche a carico della società ("gli unici debiti sono pari a
3990,68 euro").
L’Amministrazione comunale in questa situazione è chiamata a fungere da intermediario tra le due parti. L’assessore Nacci ha invitato alla moderazione ("sfatiamo le favole e spieghiamo pubblicamente quali saranno le sorti del Bitonto, per l'incolumità personale delpresidente, purtroppo vittima di episodi di aggressioni verbali da parte dei tifosi, per serenità amministrativa e per il rispetto deicittadini”), impegnandosi a fungere da garante per il nome del paese e rassicurando sul futuro prossimo della squadra (“entro il 22 luglio sarà iscritta al campionato di Eccellenza pugliese”).
"Il passaggio di mano della società sarà valutato successivamente, con calma". Questa la conclusione tracciata dall’assessore comunale allo sport.
La società neroverde, intanto, nell’immediato dovrà concentrarsi su delicate problematiche tecniche, tra le quali il nodo-allenatore dopo le confermate dimissioni di mister Di Venere.