Comune di Bitonto

Contributo per i libri scolastici. Da lunedì in pagamento l'integrazione per il 2013/14

Dal 1° settembre partirà il pagamento del contributo integrativo per i libri di testo relativo all’anno scolastico 2013/14.
Si tratta dell’integrazione in denaro dei buoni-libro già erogati alle famiglie degli alunni della scuola secondaria di primo e secondo grado, che avendone titolo (l’ISEE non doveva superare la soglia di € 10.632,94) avevano presentato nel 2013 la relativa domanda, partecipando alla ripartizione dei primi fondi assegnati dalla Regione Puglia con delibera del luglio 2013.
La somma assegnata a ciascuno dei 1.980 alunni beneficiari (856 della secondaria di primo grado, 1.124 della secondaria di secondo grado) supera, anche se di poco, il 90% dell’importo del buono-libro già ricevuto. Infatti con l’integrazione deliberata a febbraio 2014 la Regione ha assegnato al Comune di Bitonto 87.564 euro, ovvero il 91,7% circa dei 95.457 attributi con il primo piano di riparto.
I genitori interessati potranno recarsi allo sportello della Banca Popolare Pugliese (via Verdi, 26), seguendo lo specifico calendario predisposto dalla stessa banca, consultabile sul sito internet del Comune di Bitonto e sull’app gratuita per Android e iOS “Bitonto 2.0” (sezione Comune.doc).
Sarà necessario presentare un documento di riconoscimento in corso di validità e il codice fiscale.
Nei giorni scorsi, intanto, la Giunta regionale ha deliberato il piano di riparto ai comuni pugliesi dei contributi per la fornitura di libri di testo per l’anno scolastico 2014/15: a Bitonto sono stati assegnati 189.666 euro (6.645 euro in più rispetto ai fondi complessivamente assegnati per il 2013/14).
Il termine per la presentazione delle domande direttamente alle scuole di appartenenza scade domani, 30 agosto.
“Il pagamento del contributo integrativo – spiega l’assessore Vito Masciale – può rappresentare un aiuto importante per molte famiglie in difficoltà nel sostegno dell’impegno scolastico dei propri figli. Confido per il nuovo anno scolastico in una più tempestiva disponibilità dei fondi, in modo da intervenire in maniera più adeguata in favore delle famiglie su questo specifico aspetto. Contiamo, altresì, di riuscire a stanziare nel bilancio comunale 2014 fondi per finanziare borse di studio, finalizzate all’acquisto di materiali e sussidi scolastici (quaderni, dizionari, cancelleria…)”.