Comune di Bitonto

Da lunedì 15, dopo i primi anticipi, tutti in aula a Bitonto

Da lunedì tutti in aula a Bitonto. Il 15 settembre, infatti, è la data di avvio delle attività didattiche nella stragrande maggioranza degli istituti scolastici cittadini.
Dopo l’inizio anticipato delle lezioni al Liceo Scientifico “G. Galilei”, in aula da mercoledì 10, alla scuola dell’infanzia dell’Istituto paritario “Sacro Cuore”, al via da ieri, e all’Istituto Tecnico Commerciale “V. Giordano”, ripartito in mattinata, lunedì suonerà la prima campanella per tutti gli altri studenti.
L’Assessorato alla Pubblica Istruzione ha quindi reso noto il calendario scolastico 2014/2015 di tutte le scuole operanti a Bitonto e nelle due frazioni di Mariotto e Palombaio.
Per la scuola dell’infanzia il termine delle lezioni è fissato per tutti al 30 giugno 2015. Per gli altri ordini di scuola la chiusura dell’anno scolastico è in calendario il 9 giugno 2015, con la sola eccezione degli alunni della scuola primaria dell’Istituto “Sacro Cuore”, che resteranno in aula un giorno in più.
Sette in totale i giorni di chiusura per le festività nazionali, fissate dallo Stato e dalla Regione: 1° novembre, 8 dicembre, 25 aprile, 1° maggio, 2 maggio, 1° giugno e 2 giugno; le vacanze di Natale inizieranno il 23 dicembre (un giorno prima all’I.C. “don Tonino Bello” nelle frazioni) per finire il 6 gennaio. A Pasqua, invece, il periodo di interruzione andrà dal 2 al 7 aprile.
Altre giornate, comuni a tutte le scuole, di sospensione dell’attività didattica sono previste il 16 e 17 febbraio (Carnevale) e il 26 maggio (festività del Santo Patrono).
Per gli istituti che hanno anticipato l’avvio delle lezioni o che adottano la settimana corta sono previsti altri giorni di sospensione, fissati in autonomia dalle singole scuole.
“Quest’anno – spiega l’assessore Vito Masciale – abbiamo cercato di coordinare e unificare il più possibile il calendario delle singole scuole, in modo da evitare una eccessiva disomogeneità, che inevitabilmente si ripercuoterebbe in negativo su servizi importanti quali il trasporto scolastico e la mensa, con disagi e disservizi per gli studenti e le loro famiglie”.
“È nostro preciso compito – aggiunge Masciale - fare ogni possibile sforzo per favorire l’apprendimento e l’istruzione degli studenti (tutti quanti), nonché la formazione in servizio dei docenti, senza la quale non è pensabile una scuola di qualità, che si rinnovi e sappia fare ricerca, mettendosi al servizio dello sviluppo socio-economico del territorio. Pertanto la definizione organica dell’orario scolastico e l’organizzazione delle attività extra-curricolari, devono porsi questi obiettivi e non possono essere interpretate come puro assolvimento di un servizio".

“La nostra ambizione – conclude l’assessore alla pubblica istruzione - è quella di realizzare sul piano organizzativo e funzionale un sistema scolastico cittadino caratterizzato da una forte sinergia, nel quale tutti gli attori coinvolti (personale, studenti, famiglie, istituzioni locali e privato sociale) si impegnano a collaborare per rendere possibile e concreta la crescita morale e culturale dei nostri giovani, che, oggi più che mai, rimane il fondamentale compito assegnato alla Scuola”.