Comune di Bitonto

Partito nei giorni scorsi il servizio di assistenza ai pedoni "Incroci Sociali"

È partito nei giorni scorsi il servizio assistenza alle utenze deboli della strada (pedoni) nei pressi delle scuole pubbliche dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado a Bitonto, Palombaio e Mariotto.
Il servizio è garantito dai 45 operatori, che si sono classificati ai primi posti nella graduatoria 2014/2015 del progetto di inclusione sociale e lavorativa “Incroci Sociali”, destinato a disoccupati, residenti nel Comune di Bitonto, appartenenti a nuclei familiari in condizione di disagio socio-economico.
L'iniziativa, al suo sesto anno di vita, è realizzata dall'Amministrazione comunale (Assessorati al Welfare e alla Polizia locale) con l'obiettivo di erogare una forma socialmente utile di aiuto alle famiglie in difficoltà: i beneficiari del sostegno economico, infatti, rendono alla collettività una contropartita utile con l'impegno quotidiano nel servizio di controllo della circolazione veicolare a tutela dei pedoni (alunni, genitori e personale scolastico) in coincidenza con l’ingresso e l’uscita da scuola. Una formula che riscuote un certo interesse, come testimonia il numero di domande pervenute (259) in risposta all'avviso pubblico di luglio.
Larga maggioranza tra gli operatori (36 su 45, ovvero l’80%) per le donne, che registrano anche un’età media (41 anni) più bassa rispetto agli uomini (47).
Prima del servizio in strada gli operatori, assunti dalla cooperativa sociale Equal Time, partner del progetto, hanno dovuto seguire uno specifico corso di formazione di 50 ore.
L’impegno lavorativo richiesto è di 6 ore settimanali: il servizio di assistenza, infatti, si articola in due turni giornalieri di 30 minuti, in corrispondenza degli orari scolastici di ingresso/uscita, dal lunedì al sabato o dal lunedì al venerdì con un rientro, a seconda dell'orario adottato dalle scuole di assegnazione. Agli operatori, oltre al compenso per le ore di servizio, saranno corrisposti anche gli assegni familiari.
La gestione del progetto è affidata alla cooperativa sociale Equal Time, che si avvarrà della collaborazione del Comando di Polizia locale e del Settore Servizi Sociali del Comune di Bitonto.