Comune di Bitonto

Gal e i Parchi potranno aderire all'Associazione Nazionale "Città dell'Olio"...

Un riconoscimento istituzionale alle Città dell'Olio per il valore rivestito dai progetti portati avanti e una modifica statutaria, che ne estenda l'apertura anche a GAL e Parchi. Queste le due priorità su cui si è sviluppata l'Assemblea dei soci delle Città dell'Olio, tenutasi sabato scorso a Siena in occasione delle celebrazioni del Ventennale e della tappa toscana del Girolio d'Italia.
L’Associazione – come ha spiegato il Presidente nazionale, Enrico Lupi – si evolve, cambia pelle e decide di puntare a nuove e strategiche alleanze sul territorio per rendere più incisiva la propria azione a sostegno delle realtà olivicole.
Significativa, a tal proposito, la firma all'unanimità della modifica statutaria, che di fatto apre le porte anche ai GAL e ai Parchi, i quali potranno quindi entrare a far parte degli enti territoriali soci di “Città dell'Olio”, che ad oggi sono già oltre 350 tra Comuni, Province, Camere di Commercio e Comunità Montane, distribuiti in 18 regioni.
Al risultato assembleare un decisivo contributo è stato portato dai soci pugliesi, guidati dal coordinatore regionale, Domenico Incantalupo, assessore all’agricoltura del Comune di Bitonto.
“A Siena – spiega Incantalupo – sono stati presenti 22 dei 23 soci pugliesi abilitati a partecipare perché in regola con le quote sociali, contribuendo a raggiungere il quorum dei tre quinti per la validità dell’assemblea, chiamata a deliberare la possibilità di aprirsi alla collaborazione con soggetti estremamente importanti per le politiche di salvaguardia e promozione del territorio, della cultura e delle tradizioni. Non è stato affatto semplice coordinare una così massiccia partecipazione, ma alla fine la Puglia ha fatto bene la sua parte grazie all’impegno di amministratori e funzionari comunali, che hanno dimostrato di tenere ai propri territori”.
In occasione dell’assemblea senese Incantalupo ha ufficializzato l’adesione del Comune di Terlizzi alle Città dell’Olio, deliberata dal Consiglio comunale nella serata precedente. Salgono così a 35 i comuni pugliesi aderenti all’Associazione.
“La cerimonia di benvenuto e di consegna della bandiera dell’Associazione – spiega il coordinatore regionale – avverrà sabato prossimo nel corso della tavola rotonda sul valore per il territorio dell’olio extravergine, organizzata nel Chiostro delle Clarisse dal Gal Fior d’Olivi per l’edizione 2014 dell’iniziativa Invasioni Rurali”.
“L’ingresso di Terlizzi tra le Città dell’Olio – aggiunge – segna un momento importante proprio alla luce della modifica statutaria appena deliberata, poiché insieme a Bitonto e Giovinazzo fa parte del Gal Fior d’Olivi, che tra l’altro è uno dei più attivi in Puglia e quindi sarà certamente possibile condividere istanze e progetti di valorizzazione comuni ai tre territori coinvolti, soprattutto se, come mi auguro, si avrà l’adesione all’Associazione dello stesso Gal”.
“Sul fronte dei Parchi – annuncia Incantalupo – conto di formalizzare a breve la richiesta di adesione alle assemblee del Parco Nazionale dell’Alta Murgia e del Parco Regionale Lama Balice, alle quali di recente avevo già preannunciato questa possibilità”.
Tra le proposte approvate nell’assemblea di Siena dalle Città dell’Olio è degno di nota il progetto di istituzione di corsi di alta formazione, rivolti agli amministratori locali, in materia di marketing territoriale.
È stato fatto, infine, il punto sull’edizione 2014/15 del Concorso Bimboil, al quale ancora una volta le scuole di Bitonto hanno aderito con entusiasmo come testimoniano i numeri: 5 istituti (I° circolo “Fornelli”, Istituto comprensivo “Sylos”, Istituto comprensivo “Caiati-Rogadeo”, Istituto comprensivo “Modugno-Rutigliano” e Istituto paritario “Sacro Cuore”), 24 classi e 528 alunni partecipanti.