Comune di Bitonto

Lotta all'abusivismo commerciale: operazione della Polizia locale...

Sequestro di merce e maximulta ad un ambulante di Andria in piazza Castello
Controlli e sanzioni anche per le opere antincendio nei terreni privati

Vendeva frutta e verdura senza autorizzazione al commercio ambulante. Per questo la Polizia locale ha provveduto al sequestro della merce in vendita e ha sanzionato con una pesante multa (5.164,81 euro) un ambulante di Andria.
È accaduto ieri in piazza Castello a Bitonto. Una pattuglia di vigili urbani, guidata dal ten. Silvana Dimundo, durante le consuete operazioni di controllo sul territorio, ha verificato che l’operatore andriese esercitava l’attività senza averne titolo: l’autorizzazione al commercio di frutta e verdura su aree pubbliche, che gli era stata rilasciata dal Suap del Comune di Andria è risultata revocata dallo stesso ufficio nel 2010, anche se materialmente il documento autorizzatorio non più valido non è mai stato riconsegnato al Comune.
I vigili hanno pertanto provveduto a sequestrare e confiscare tutta la merce esposta per la vendita (circa 7 quintali), che è stata successivamente donata alla Fondazione Opera Santi Medici per le esigenze della mensa dei poveri.
Il commerciante andriese dovrà anche pagare una sanzione amministrativa di circa 5mila euro, avendo messo in vendita merce senza autorizzazione.

Nella stessa giornata la Polizia locale ha contestato ad alcuni proprietari di fondi rustici la mancata realizzazione di opere necessarie contro il rischio incendi, in violazione delle disposizioni della specifica ordinanza sindacale. 500 euro l’ammontare delle sanzioni comminate.