Comune di Bitonto

La Giunta comunale approva Atto di Indirizzo per il Piano Urbanistico Generale (PUG)

La Giunta Abbaticchio, nella seduta del 18 settembre, ha approvato l’Atto di Indirizzo per il Piano Urbanistico Generale (PUG), avviando così ufficialmente il lavoro di redazione del nuovo piano.
“E' stato costituito – dichiara l’assessore alle Politiche Urbanistiche, Nicola Parisi - l'Ufficio di Piano che in breve tempo si doterà di collaborazioni di alta competenza professionale e scientifica in modo da renderlo idoneo al compito assegnatogli con il contributo di una giovane componente professionale che, ne sono sicuro, animerà con passione il lavoro che ci aspetta. Inizia, così, un cammino importante che vede l'intera città coinvolta, nessuno escluso, nel delineare un nuovo futuro attraverso uno strumento adeguato per caratteristiche tecniche e contenuti ai tempi che 'vorticosamente' cambiano”.
Passaggio fondamentale nel processo delineato dalla Giunta sarà l'istituzione del Bitonto Urban Center (BUC), coordinato dall'Assessorato alle Politiche Urbanistiche, con l’obiettivo di far conoscere le principali politiche e i progetti che stanno cambiando Bitonto e il territorio metropolitano. L’Urban Center tematico accompagnerà l'attività dell'Ufficio di Piano, stimolando il suo lavoro mediante una continua proposizione di idee, criticità e ipotesi progettuali, che saranno raccolte da tutte le componenti della società civile (cittadini, istituzioni pubbliche, associazioni e rappresentanti del mondo economico e sociale).
“Questo processo partecipativo – spiega Parisi - sarà finalizzato alla costruzione delle politiche di sviluppo della nostra comunità, coinvolgendola nella costruzione di una nuova visione dello sviluppo futuro che affronti i temi essenziali del processo di trasformazione territoriale ed economico-sociale. Sarà raccolta ed interpretata  la domanda locale utilizzando la conoscenza specifica del territorio da parte degli abitanti e degli attori organizzati presenti nella città, che costituisce una fonte essenziale per la formulazione di un progetto realmente capace di cogliere le diverse dimensioni della vita urbana. Sarà messa a frutto la competenza progettuale presente fra gli abitanti e gli attori locali, una competenza cruciale per il buon governo dei processi di trasformazione”.
L’Urban Center avrà il compito di informare i cittadini sul processo di costruzione del PUG, del progressivo stato di maturazione e definizione delle scelte di Piano, dei prodotti che continuamente verranno elaborati, presidiando i processi di comunicazione e costruzione condivisa del Piano, per assicurare il coinvolgimento attivo  della società locale nelle sue diverse articolazioni.
“Risulterà dirimente – aggiunge il sindaco Abbaticchio – la capacità che avremo nel far collimare tutte le possibilità che sono già state attivate e che si attiveranno sulla pianificazione strategica del nostro territorio sia nella dimensione comunale che nel rapporto con l'intera area metropolitana. Bitonto è già capofila nel progetto di un Parco Multifunzionale di valorizzazione delle Torri e dei Casali del Nord Barese il cui studio di fattibilità è già in corso; questo lavoro ci lega indissolubilmente allo scenario strategico del Patto Città-Campagna che è una delle grandi scommesse del Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR) già adottato. Lo studio di fattibilità ci consentirà di candidare a finanziamento opere importanti per la riqualificazione e rivitalizzazione del nostro paesaggio naturale ed agrario.
Fino ad oggi l'opera di reperimento dei fondi per il finanziamento di opere pubbliche è stata svolta, comunque, su una programmazione che proveniva dalla passata stagione 2007-2013. Oggi siamo alle soglie di una nuova Programmazione Operativa sia Regionale che Nazionale (2014/2020),  che vedrà la pubblicazione vorticosa di bandi per l'assegnazione di fondi per la realizzazione di opere sia dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) che dal Fondo Sociale Europeo
(FSE) dirette ai Comuni. Se si considera che tutto ciò coinciderà con il lavoro di stesura del PUG si intuisce di quale portata è la sfida che ci apprestiamo a compiere. Più le occasioni che intercetteremo coincideranno con quelle che saranno le strategie di sviluppo delle città, che andranno via via delineandosi, più riusciremo in anticipo ad indirizzare fattivamente la trasformazione e la riqualificazione della nostra città. L’Urban Center avrà il delicato compito di rendere tutto ciò possibile; più la partecipazione sarà attiva e piena e maggiori saranno i risultati attesi”.
Il Bitonto Urban Center avrà sede al secondo piano del palazzo municipale di Piazza Marconi e potrà utilizzare anche gli spazi dell’attiguo Torrione Angioino per le attività di promozione dei risultati e delle proposte che saranno di volta in volta promosse, oltre che dei risultati intermedi raggiunti dall'Ufficio di Piano.
“Ieri – annuncia l’arch. Parisi – ci è giunta la notizia dell'ammissione della nostra candidatura per l'accesso a finanziamenti per la realizzazione di un intervento di recupero e valorizzazione del Torrione Angioino, mediante la realizzazione di una galleria avanzata per le esposizioni di arte ed installazioni contemporanee rende ancora più stimolante il progetto che ci attende. Presto sarà reso pubblico un avviso ed un regolamento per l'accesso all’Urban Center ed alle sue attività; in concomitanza con l'inaugurazione della sua apertura sarà promosso un incontro pubblico per presentare l'Atto di Indirizzo e le attività che nel Torrione saranno svolte”.