Comune di Bitonto

Ok del Consiglio metropolitano al polo tecnico-professionale di Bitonto

Il Consiglio metropolitano di Bari ha approvato all’unanimità il Piano di dimensionamento della rete scolastica e programmazione dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2016/2017.
Il provvedimento, il primo deliberato dalla neonata Città Metropolitana, è stato redatto seguendo le linee guida della Regione Puglia, che puntano ad una razionalizzazione della rete scolastica metropolitana, attraverso la soppressione di indirizzi non attivi da almeno due anni, il dimensionamento degli istituti intorno al valore minimo di 600 alunni, la qualificazione della complessiva offerta formativa sul territorio, da realizzarsi con la creazione di poli liceali e tecnico–professionali.
Tra le novità di rilievo del Piano, che ora passa all’esame della Regione, figura la nascita a Bitonto di un polo tecnico-professionale con la creazione, come proposto dall’Amministrazione comunale, di un Istituto di Istruzione Secondaria Superiore per la formazione Tecnica e Professionale, frutto dell’aggregazione all'Istituto Tecnico Tecnologico "Volta" di via Matteotti di due istituti, il Professionale per l'Agricoltura "De Gemmis” (corsi di agraria e chimico-biologico) e il Professionale per i Servizi Socio Sanitari "Traetta", attualmente privi di dirigenza, in quanto sottodimensionati.
Un contributo determinante per l’approvazione del Piano è stato assicurato dai due consiglieri metropolitani bitontini, Michele Abbaticchio e Franco Natilla.
“Il nuovo assetto degli istituti scolastici nei 41 comuni dell’area barese, ridisegnato dal Consiglio metropolitano di Bari – commenta Franco Natilla - è una decisione unitaria di cui essere tutti orgogliosi. Ieri, lavorando insieme, abbiamo dato un esempio di buona politica e scritto una buona pagina per il territorio, attenti alle sue esigenze reali, a rimuovere alcune criticità e ottimizzare il dimensionamento”.
"La proposta del polo tecnico unico a Bitonto, unitamente a quelle riguardanti il Liceo classico – spiega il sindaco Abbaticchio - è sintesi dei lavori dei nostri consiglieri comunali ed è stata approvata dalla Città metropolitana con l’auspicio che anche in Regione riusciremo a far quadrato, per farla rispettare negli obiettivi e contenuti prefissi".
“Un ringraziamento particolare - aggiungono Abbaticchio e Natilla - va al Sindaco metropolitano, Antonio Decaro, che ha saputo ben affrontare una situazione di mediazione complessa, e al consigliere delegato alla programmazione della rete scolastica del territorio metropolitano, Vito Lacoppola, che ha svolto un lavoro egregio, complesso e difficile tra tante sollecitazioni, esigenze e richieste”.