Comune di Bitonto

Gelate di gennaio 2017: domande di aiuto delle imprese agricole entro il 10 dicembre. Modelli disponibili all’Ufficio Agricoltura e sul sito internet del Comune

Gli agricoltori danneggiati dal maltempo di inizio anno sono chiamati a presentare entro il prossimo 10 dicembre le domande di ammissione agli aiuti previsti dalla normativa in materia di calamità naturali ed eventi eccezionali. Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, infatti, ha riconosciuto il carattere eccezionale dell’evento calamitoso relativo alle gelate che si sono verificate dal 5 al 12 gennaio 2017 (il relativo decreto, n. 251, è stato adottato il 12 ottobre e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 26 ottobre). Potranno accedere alle provvidenze economiche riconosciute dal Decreto legislativo n. 102 del 29 marzo.2004 le imprese agricole che hanno registrato danni superiori al 30 per cento della produzione lorda vendibile (P.L.V.). Per il territorio comunale di Bitonto la Giunta regionale (la deliberazione n. 739 è del 16 maggio 2017) sulla base degli accertamenti del Servizio Provinciale Agricoltura di Bari ha delimitato le zone colpite dall’evento calamitoso di gennaio, ricomprendendo i terreni rientranti completamente nei fogli di mappa da 55 a 58, da 66 a 70, da 77 a 88 e da 94 a 142. Le percentuali di produzione danneggiata riconosciute dalla Regione variano a seconda della coltura: 40% per le leguminose, 50% per gli oliveti e gli ortaggi. Gli aiuti previsti dal Decreto legislativo 102/2004 sono: - contributi in conto capitale fino all'80 per cento del danno accertato sulla base della produzione lorda vendibile media ordinaria; - prestiti ad ammortamento quinquennale e tassi agevolati per le esigenze di esercizio del 2017 (anno in cui si è verificato l'evento dannoso) e del 2018; - proroga (per non più di 24 mesi) delle operazioni di credito agrario di esercizio e di miglioramento e di credito ordinario effettuate dalle imprese agricole; - esonero parziale del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali propri e per i lavoratori dipendenti, in scadenza nei dodici mesi successivi alla data in cui si è verificato l'evento (da richiedere direttamente all’I.N.P.S.). L’Assessorato comunale allo sviluppo rurale invita gli interessati a presentare le relative domande di ammissione alle provvidenze entro la mezzanotte del 10 dicembre 2017, termine di scadenza dei 45 giorni dalla data di pubblicazione del decreto ministeriale. Il modello di domanda e i relativi allegati possono essere ritirati presso l’Ufficio Agricoltura e Sportello Unico Attività Produttive, che ha sede a Palazzo di Città in Corso Vittorio Emanuele (tel. 0803716244 – dott.ssa Simona Lofoco), o scaricati dal sito internet istituzionale (www.comune.bitonto.ba.it). Le domande, per essere valide, vanno compilate utilizzando esclusivamente la modulistica ufficiale e presentate all’Ufficio Protocollo del Comune di Bitonto o inviate con posta elettronica certificata, indirizzando a protocollo.comunebitonto@pec.rupar.puglia.it